Teamwork of businesspeople at work to build a business system

Una squadra per il successo

 

Il successo di una squadra è determinato da una diffusa leadership in tutti i membri che la compongono.

Quando un gruppo di lavoro si impegna come una squadra può dare il meglio di sé e raggiungere obiettivi ambiziosi. Ma per essere una squadra coesa bisogna avere un modello da seguire, un leader. Tuttavia, la cosa più sbagliata da fare per una squadra è “affidarsi” ciecamente e in maniera passiva ad un solo membro del gruppo e la cosa altrettanto sbagliata per un leader è pretendere che il gruppo di lavoro si affidi a lui ad occhi chiusi.

La cosa più onorevole per un leader sarebbe coinvolgere tutta la squadra, dalle decisioni più banali a quelle più complesse, abbassarsi umilmente ai vari ruoli e far sentire partecipanti attivi tutti i membri del gruppo. Questo è molto importante per motivare il gruppo ma anche per evitare che si percepiscano come mere “pedine” da muovere a proprio piacimento il che depersonalizza e demotiva.

Una squadra di lavoro vincente richiede una leadership. Non per forza impersonificata in qualcuno ma come ideologia, come caratteristica del gruppo. I comportamenti di inclusione e integrazione di un buon leader aiutano a diffondere in tutto il gruppo lo stesso senso di responsabilità di cui di solito si fa carico solo un capogruppo.

Tutto questo permette di raggiungere risultati impossibili se si è da soli. Certo, questo metodo rallenta ma è bene ricordare che “da soli si va più veloce, insieme più lontano”.

 

BIBLIOGRAFIA:

  • Wageningen University and Research Centre (2013, November 8). Growing trust silences monologues in meetings. ScienceDaily. Retrieved
  • Festinger, L. (1954). A theory of social comparison processes, Human Relations 7, 117-40.
  • Gigone, D. e Hastie, R. (1993). The common knowledge effect: information sharing and group judgment. Journal of Personality and Social Psychology, 65, 959-974.
  • Kahneman, D., Knetsch, J. L. e Thaler, R.H. (1990). Experimental tests of the endowement effect and the coase theorem. Journal of Political Economy, 98, 1325-1348.

 

Dubbi? Curiosità? Richieste su temi particolari? Scriveteci nell’area contatti e saremo lieti di rispondervi.

Nome:

E-Mail:

Messaggio:

Le mail ricevute saranno protette dal più stretto riserbo in modo da tutelarne la privacy.

AVVERTENZA:
Questa rubrica ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale.

Apertamente, rubrica di Psicologia a cura della dott.ssa Cristina Pomi e del dott. Daniele Zinghinì.